Scorri in basso Scorri in basso

23/11/2023

PAGANI IMOLA ROADSTER, PRESTAZIONI A CIELO APERTO

Pagani Automobili presenta Imola Roadster, una versione a cielo aperto sviluppata per esprimere la massima tecnologia meccanica e aerodinamica garantendo un’esperienza di prestazioni senza comprome...
09/08/2023

PAGANI AUTOMOBILI CELEBRA IL 25° ANNIVERSARIO CO...

Pagani Automobili sarà protagonista della Monterey Car Week, l’appuntamento più atteso negli Stati Uniti dedicato al mondo delle auto storiche e moderne. Proseguono così le celebrazioni del 25Â...
06/07/2023

PAGANI AUTOMOBILI AL GOODWOOD FESTIVAL OF SPEED 20...

Esposte nello stand Pagani, Utopia e Huayra R Le Hypercars modenesi saranno protagoniste in dinamica nella leggendaria “hill climb”. Al debutto “P Zero Trofeo RS”, il nuovo pneumatico svilupp...
07/06/2023

PAGANI AUTOMOBILI CELEBRA I SUOI PRIMI 25 ANNI A M...

– L’evento dedicato al 25° anniversario di Pagani Automobili si svolgerà, dal 16 al 18 giugno, in Piazza Roma a Modena: un omaggio a clienti, colleghi, collaboratori, appassionati e a tutta...
17/05/2023

PAGANI PARTECIPA AL CONCORSO DI ELEGANZA DI VILLA ...

– Dal 19 al 21 maggio Pagani Automobili sarà presente alla prestigiosa manifestazione che, da anni, incorona le più belle vetture storiche e i prototipi più affascinanti. – In concorso,...
04/05/2023

PAGANI UTOPIA PROTAGONISTA DEL MOTOR VALLEY FEST 2...

– Dall’11 al 14 maggio va in scena la quinta edizione del festival a cielo aperto della Motor Valley. All’evento sarà presente Pagani Automobili con due icone senza tempo. – Per la pr...
02/03/2023

PAGANI AUTOMOBILI. 25 ANNI DI CUORE, MANI E PASSIO...

Bellezza. Una ricerca continua. Incessante. Bellezza nei dettagli, bellezza delle linee, nel cuore di automobili che nascono come creazioni e non solo come progetti. Bellezza dove non si vede.   ...
16/02/2023

PAGANI AUTOMOBILI A THE ICE 2023: NELLA RAFFINATA ...

  The ICE St. Moritz è il primo evento del 2023, anno che segna il 25mo anniversario dell’azienda  di San Cesario sul Panaro Nella cornice raffinata delle Alpi svizzere, Pagani Officina p...
22/09/2022

PAGANI AUTOMOBILI A CHANTILLY ARTS & ELEGANCE CON...

  Il 24 e 25 settembre Pagani Officina si presenta a Chantilly 2022 con i tre programmi specifici per i clienti: Puro, Rinascimento, Unico  Puro è il programma di certificazione che garantis...
Scorri in basso Scorri in basso

PAGANI IMOLA ROADSTER, PRESTAZIONI A CIELO APERTO

  • Pagani Automobili presenta Imola Roadster, una versione a cielo aperto sviluppata per esprimere la massima tecnologia meccanica e aerodinamica garantendo un’esperienza di prestazioni senza compromessi.
  • La produzione sarà estremamente limitata: solo otto esemplari, omologati per l’uso stradale in tutto il mondo.
  • Le linee audaci si ispirano a Huayra R, l’hypercar realizzata per il solo uso su pista.
  • Imola Roadster nasce da un sofisticato studio aerodinamico dei flussi d’aria e delle forme della carrozzeria, che aumentano la deportanza in ogni condizione di guida.
  • Il motore Pagani V12 è ulteriormente evoluto: offre 850 CV a 5.600 giri/min e 1.100 nm di coppia da 3.600 a 5.600 giri/min.
  • Tutta la passione, l’eleganza e l’avanguardia tecnologica di Pagani in soli 1.260 kg.

 

 

San Cesario sul Panaro, 23 novembre 2023 – Pagani Automobili presenta Imola Roadster, nuova creazione few-off della divisione Grandi Complicazioni. Il design mostra un carattere distintivo e le specifiche tecniche la rendono una vettura che non teme la pista, anche se gli otto esemplari prodotti saranno omologati per la guida stradale in tutto il mondo. È la vettura a cielo aperto più performante che il brand abbia mai creato.

 

Design e aerodinamica ispirati a Huayra R 

Lorenzo Kerkoc – Head of Pagani Grandi Complicazioni, afferma: «Inizialmente desideravamo creare una gemella a cielo aperto della Imola Coupé, la vettura celebrativa del leggendario circuito automobilistico presentata nel 2020. Poi abbiamo preso un’altra strada: abbiamo coniugato la sofisticata tecnologia della Huayra Roadster BC con i principi di design e aerodinamica insiti nella vettura da pista Huayra R. Il risultato è stato una Imola Roadster molto più evoluta e complessa».

 

Il motore più potente richiede un maggiore raffreddamento, quindi la squadra ha svolto un meticoloso lavoro sui radiatori e sulla dinamica dei flussi d’aria interni, che hanno contribuito all’affidabilità e alle prestazioni della Imola Roadster.

 

Due novità ottimizzano il raffreddamento: l’allargamento delle due prese d’aria frontali e la doppia uscita di scarico per l’aria calda, una nascosta nel passaruota ed una laterale al paraurti, segno distintivo del modello Imola.

 

Le aperture sui passaruota portano più vantaggi, come la riduzione della pressione sotto l’avantreno a beneficio della stabilità aerodinamica e il miglioramento del flusso d’aria verso le appendici aerodinamiche posteriori.

 

Ben visibile in cima alla lunga silhouette, l’airscoop massimizza l’efficacia di aspirazione del Pagani V12; l’imponente pinna centrale risparmia le onde e stabilizza la vettura. Per la prima volta, l’airscoop e i supporti dell’alettone posteriore sono integrati con il cofano.

 

Nella parte posteriore si rinnova il corpo del gruppo luci, come nuovi sono gli sfoghi d’aria, che estraggono l’aria calda proveniente dal passaruota: così, allo stesso tempo migliorano il raffreddamento dei freni posteriori e la deportanza, ovvero la forza aerodinamica che spinge il veicolo verso il suolo aumentando la tenuta di strada. L’imponente estrattore bilancia l’effetto suolo generato dal profilo pronunciato dello splitter anteriore.

 

Efficienza aerodinamica ai massimi livelli

Ogni linea e superficie della Imola Roadster nasce con l’obiettivo di raggiungere 600 kg di deportanza a 280 km/h per un comportamento sicuro e affidabile in ogni situazione.

 

La squadra di ingegneri e designer ha cercato l’equilibrio tra un raffinato sistema di flussi interni e un profilo esterno deportante in qualsiasi condizione di guida, così che ogni superficie risultasse tanto funzionale per le prestazioni quanto esteticamente piacevole, seguendo il principio leonardesco di Arte e Scienza che ha guidato la creazione della Imola Roadster come quella di ogni Hypercar Pagani.

 

L’accelerazione laterale è sorprendente: 2,0 g in percorrenza costante, con picchi di 2,2 g e decelerazione longitudinale di 2,2 g.

 

Telaio e materiali

Pagani Automobili sviluppa materiali compositi avanzati da trent’anni; la Imola Roadster rappresenta il culmine di una ricerca sempre orientata al perfezionamento. La monoscocca è realizzata in Carbo-Titanium HP62-G2 e Carbo-Triax HP62, ancora più rigida per garantire al pilota l’esperienza di guida di una vettura da competizione. Non solo: migliora anche la sicurezza.

 

Il peso è un elemento cruciale per definire l’efficienza e il piacere di guida: i principi strutturali e gli innovativi materiali compositi permettono alla nuova nata di fermarsi a 1.260 kg a secco, un risultato ottenuto grazie alla cura di ogni dettaglio.

 

Anche l’innovativa verniciatura contribuisce allo sforzo di alleggerimento: il sistema Acquarello Light permette alla Imola Roadster di ridurre il peso di ulteriori 5 kg, mantenendo inalterate l’intensità del colore, la profondità e la lucentezza.

 

Handling da prima della classe

La Imola Roadster beneficia dei quattro flap che agiscono in maniera indipendente tra loro, come in tutte le Huayra; si adattano a seconda delle esigenze di guida per compensare il bilancio aerodinamico al beccheggio in frenata e al rollio in curva. È un sistema che lavora in sinergia con le sospensioni attive e contribuisce alla stabilità del veicolo.

 

Le sospensioni della Imola Roadster sono tra gli aspetti di cui Pagani Automobili è più orgogliosa: è un gruppo composto da doppi bracci a triangolo indipendenti in lega di alluminio, molle elicoidali e ammortizzatori controllati elettronicamente. L’elettronica delle sospensioni è uno dei fiori all’occhiello della vettura, grazie alla presenza dei microprocessori più potenti nel settore. Quest’evoluzione permette di ridurre efficacemente gli effetti di dive, squat e roll, così che il pilota abbia un controllo della guida superiore e la sicurezza raggiunga un nuovo livello.

 

Gruppo motopropulsore aggiornato

La Imola Roadster deve parte della sua magia all’evoluzione del Pagani V12 sviluppato specificatamente da Mercedes-Benz AMG di 5.980 cc, che eroga 850 CV con 1.100 nm di coppia; una potenza che la vettura trasferisce alla strada grazie al cambio Pagani by Xtrac, sequenziale trasversale a sette rapporti, dalla straordinaria reattività, disponibile sia in versione automatica sia manuale.

 

Sistema di scarico inconfondibilmente Pagani

L’impianto di scarico rivela l’inconfondibile personalità Pagani, questa volta a sei vie, di derivazione racing. È realizzato in titanio e rivestito in ceramica con un sofisticato sistema di fusione al plasma, così è più leggero e dissipa il calore in maniera più efficiente. La prestazione aerodinamica è massima, l’esperienza uditiva sorprende.

 

Pneumatici e cerchi

Con Imola Roadster prosegue la ultradecennale collaborazione e partnership tra Pirelli e Pagani Automobili che dà vita agli pneumatici Pirelli P Zero Trofeo R nelle dimensioni 265/30 R20 all’anteriore e 355/25 R21 al posteriore, anche grazie all’efficace sviluppo virtuale.

 

Sono pneumatici che assicurano livelli di aderenza e prestazioni mai visti prima su una vettura omologata per la circolazione stradale. Grazie alla tecnologia Multi-Compound è stato possibile elaborare su misura le caratteristiche della mescola ideale per Imola Roadster, migliorando il grip attraverso l’ottimizzazione del profilo, mentre con i nuovi processi costruttivi usati in F1 si è ottenuta una precisione geometrica senza precedenti.

Il risultato: prestazioni all’estremo sull’asciutto, accompagnate da una migliore costanza di rendimento. Anche nell’uso più intenso, le prestazioni si mantengono più a lungo, così da offrire velocità e sicurezza per diverse sessioni in circuito. È un risultato raggiunto grazie all’esperienza ultracentenaria di Pirelli nelle massime categorie del motorsport.

 

I materiali sviluppati, tra cui in particolare la mescola battistrada, mettono a frutto questo know-how adattandolo alla guida su strada e amatoriale in pista.

 

Nel realizzare uno pneumatico omologato per la circolazione stradale gli ingegneri Pirelli si sono concentrati anche sull’offrire sicurezza in condizioni di asfalto bagnato.

 

Infine, i cerchi sviluppati assieme ad APP vengono ricavati da un forgiato in Avional; leggeri e con un design aggressivo a 7 razze, sono il frutto di un elaborato processo di forgiatura e lavorazione meccanica per risparmiare ogni possibile grammo, accompagnato da una sapiente finitura manuale.

 

Un viaggio che supera il tempo

Gli interni della Imola Roadster superano i confini del tempo; si ispirano al glorioso passato e proiettano verso il futuro degli sport motoristici e del granturismo.

 

Salire a bordo conduce in un’altra dimensione, il tempo si ferma, la contemplazione dei dettagli rapisce. Ogni dettaglio cattura l’attenzione, la preziosa abilità degli artigiani di Pagani si rivela fino al più piccolo particolare.

 

La Imola Roadster desidera appagare chi ne fa esperienza, ancora prima di accendere il motore: il carbo-legno, la pelle finemente goffrata, le componenti che mostrano il fascino della natura meccanica… La soddisfazione di tatto e vista è immediata.

 

Neanche l’udito è trascurato: l’impianto audio a sette canali con il nuovo bass reflex sui pannelli porta dona un’esperienza sonora immersiva e cristallina.

 

Quando la contemplazione sarà saziata, non resterà che assumere la posizione più confortevole sui sedili monoscocca in fibra di carbonio, allacciare la cintura a quattro punti in stile racing, avviare il Pagani V12 e inserire la prima marcia.

 

Sarà l’inizio di un nuovo viaggio entusiasmante.

 

La divisione Grandi Complicazioni

Per natura, alcune invenzioni tecnologiche richiedono una progettazione così complessa che possono essere realizzate solo in limitatissime quantità. Anche un solo esemplare.

 

Nel mondo dell’Alta Orologeria si chiamano Grandi Complicazioni e Pagani Automobili prende in prestito questo nome per la divisione dedicata ai progetti speciali: si tratta di vetture realizzate in serie ultra-limitata, che presentano tecnologie talmente complesse che solo pochi maestri artigiani sono in grado di portare a compimento.

 

Questa divisione propone un’infinita possibilità di personalizzazioni: colori, finiture, materiali e forme progettate in totale sinergia tra clienti e artigiani, così da soddisfare ogni desiderio e realizzare un oggetto integralmente su misura.

 

 

 

Caratteristiche tecniche

 

PESO A SECCO 1.260 kg
POTENZA 850 CV (625 kW) a 5.600 giri/min a 18 °C
COPPIA 1.100 nm da 3.600 a 5.600 giri/min
MOTORE Pagani V12 60° 5980 cc biturbo, sviluppato su misura da Mercedes-AMG
CAMBIO Pagani by Xtrac trasversale a 7 rapporti AMT (Automated Manual Transmission) con differenziale elettromeccanico
TRASMISSIONE Trazione posteriore
TELAIO Monoscocca in Carbo-Titanium HP62-G2 e Carbo-Triax HP62 con telaietti tubolari anteriore e posteriore in lega di acciaio al CrMo
SOSPENSIONI Doppio braccio oscillante indipendente in lega di alluminio forgiato con molle elicoidali e ammortizzatori controllati elettronicamente
FRENI Impianto frenante Pagani by Brembo a 4 dischi carbo-ceramici ventilati da 398×36 mm con pinze monolitiche a 6 pistoni nella parte anteriore e da 380×34 mm con pinze monolitiche da 4 pistoni nella parte posteriore
CERCHI APP 7 razze forgiati in lega di alluminio monolitica, da 21 pollici anteriori e 22 pollici posteriori
PNEUMATICI Pirelli P Zero Trofeo R

265/30 R20 anteriori e 355/25 R21 posteriori

VELOCITÀ MASSIMA 350 km/h (217,48 mph) autolimitata

 

PRESS CONTACTS  

Pagani Automobili

press.office@pagani.com

PAGANI PARTECIPA AD AUTO E MOTO D’EPOCA A BOLOGNA

 

  • Dal 26 al 29 ottobre Pagani Automobili sarà presente a Bologna con due aree espositive.
  • Nel primo stand si celebra il 25° anniversario del brand con l’esposizione di Zonda C12 (1999) e Huayra Coupé (2011).
  • Nella seconda area presente l’Horacio Pagani Museo con Huayra Codalunga (2022).

 

San Cesario sul Panaro, 19 Ottobre, 2023 – Pagani Automobili è lieta di annunciare la sua partecipazione ad Auto e Moto d’Epoca, uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale dedicato al motorismo storico, in programma a Bologna dal 26 al 29 ottobre.

 

Ad Auto e Moto d’Epoca, Pagani Automobili sarà presente con due aree espositive: una dedicata al 25° Anniversario, impreziosita dalle iconiche Zonda C12 (1999) e Huayra Coupé (2011), l’altra invece riservata all’Horacio Pagani Museo con protagonista Huayra Codalunga (2022), autentico tributo ai carrozzieri italiani e alle auto da corsa degli anni 60. 

 

Con la rassegna bolognese, dunque, proseguono le celebrazioni del 25° Anniversario del brand, che ha visto il suo momento clou nell’evento tenutosi, dal 16 al 18 giugno, nel cuore di Modena, dove questa bella pagina della Motor Valley italiana è iniziata. 

 

Zonda C12 e Huayra Coupé, due pietre miliari del 25° anniversario Pagani 

Il primo stand allestito ad Auto e Moto d’Epoca ripercorre i momenti salienti del quarto di secolo di Pagani Automobili, con l’esposizione di due icone della sua storia: Zonda C12 e Huayra Coupé. La prima è la leggendaria vettura che debuttò il 9 marzo 1999 al Salone di Ginevra, accolta da subito come elemento di rottura nel panorama automobilistico dell’epoca, tanto da meritare la coniazione ad hoc del termine Hypercar. Una vettura sotto alcuni punti di vista futuristica e rivoluzionaria, con il suo parabrezza curvo e profondo e l’abitacolo rivolto in avanti come quello di un cacciabombardiere, concepita per emozionare fin dal primo istante. La Zonda è stata realizzata in 140 esemplari stradali, ognuno creato come un abito attorno ai gusti del proprio cliente. L’estrema esclusività ha permesso a queste vetture di aumentare notevolmente il proprio iniziale valore di acquisto, rivelandosi perciò ottimi investimenti per coloro che ci hanno creduto.

 

Sotto i riflettori anche Huayra Coupé, il secondo modello della casa di San Cesario nato dodici anni dopo la Zonda. Alla base del progetto, che ha richiesto ben otto anni di sviluppo e sperimentazione prima del suo esordio ufficiale, vi è l’eterno elemento Aria, in tutte le sue forme – il vento in modo particolare – che diventa determinante per la definizione del concept e dello stile di Pagani Huayra. Tra le maggiori novità il debutto, per la prima volta su una vettura, del sistema di Aerodinamica Attiva con i quattro flap, che si alzano o abbassano in funzione della velocità.

Inoltre, Huayra è dotata di un telaio realizzato con l’innovativo Carbo-titanio, ovvero fibre di carbonio intrecciate con tessuto di titanio, così da ottenere un materiale ancora più resistente. Erede della Zonda, sebbene completamente diversa per forma, dimensioni, dinamica e tecnologia, Huayra si è aggiudicata nel tempo numerosi riconoscimenti e nel 2012 è nominata Car Of The Year dalle tre più importanti riviste automobilistiche a livello mondiale.

 

Horacio Pagani Museo e Huayra Codalunga, un continuo dialogo tra passato e presente

In risalto, nel secondo stand, il rapporto essenziale tra passato e presente del brand, mettendo a contatto il fascino della recente Huayra Codalunga (2022) e l’importante valore storico dell’Horacio Pagani Museo ubicato a San Cesario Sul Panaro. 

 

Adiacente all’Atelier di produzione, infatti, il sito museale ripercorre tutte le tappe del designer italo-argentino: dagli anni in Argentina all’arrivo in Lamborghini, dalla fondazione di Modena Design a quella di Pagani Automobili nel 1998. Qui sono esposti i primissimi esemplari di Zonda, le iconiche Zonda Cinque, Zonda HP Barchetta Revo e Huayra. Un’esperienza che parte dal Museo e prosegue all’interno dell’Atelier di produzione, dove è evidente la continuità con i primi modellini in legno di balsa agli ultimi studi sulla fibra di carbonio e materiali compositi. Al seguente link sono disponibili tutte le informazioni per visitare l’Atelier e l’Horacio Pagani Museo.

 

Creata in soli cinque esemplari dalla Pagani Grandi Complicazioni, la divisione dedicata alle vetture one-off e few-off, la Huayra Codalunga è stata realizzata coinvolgendo i clienti nell’intero progetto di sviluppo. La sua storia inizia nel 2018 quando due collezionisti chiesero a Horacio Pagani e al suo team di realizzare una versione codalunga partendo dalla Pagani Huayra Coupé, con l’idea di una Hypercar tanto elegante quanto semplice e pulita nel design, un modello che si sentisse protagonista su strada così come in esposizione ai Concorsi internazionali. L’auto in mostra si contraddistingue per la particolare verniciatura semi-opaca di colore celeste, che rimanda alle livree delle auto degli anni Sessanta. La vernice esterna entra nell’abitacolo colorando i pannelli, mentre gli elementi strutturali mantengono la fibra di carbonio a vista. I rivestimenti invece riprendono l’artigianalità impiegando pelli invecchiate e intrecci di pelle e scamosciato. In particolare, i sedili adottano un intreccio di pelle/nabuk e le parti ricavate dal pieno ricordano la manualità del passato, dove l’artigiano lucidava ogni componente a mano. Lavorazione che ancora oggi viene eseguita e tramandata dagli esperti della Motor Valley, culla delle auto sportive mondiali.

 

PRESS CONTACTS  

Pagani Automobili

press.office@pagani.com

 

PAGANI AUTOMOBILI ALLA 7° EDIZIONE DELL’HISTORIC MINARDI DAY PER UN WEEKEND DI PASSIONE E MOTORI

  • Il 26 e 27 agosto, Pagani Automobili parteciperà all’Historic Minardi Day, un fine settimana dedicato agli appassionati di F1, monoposto, prototipi, GT e auto storiche.
  • Per tutto il weekend, sessioni in pista di Huayra R, Zonda R e Huayra Roadster BC.
  • Occhi puntati anche sull’esposizione di Zonda, Huayra e Utopia, vetture che celebrano il 25° anniversario 
    del brand modenese.

 

23 agosto 2023, San Cesario sul Panaro – Il 26 e 27 agosto torna l’Historic Minardi Day, l’evento dedicato agli appassionati e ai collezionisti di F1, monoposto, prototipi, GT e auto storiche. Giunta alla settima edizione, la kermesse ideata dalla famiglia Minardi, si svolgerà all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola.

 

Si potranno ammirare in pista Huayra R e Zonda R, estreme ma al tempo stesso contraddistinte dalla semplicità di guida tipiche di Pagani; e Huayra Roadster BC, vettura stradale capace di far registrare performance di rilievo. 

 

Durante tutto il weekend sarà esposta Utopia, la nuova hypercar Pagani che incarna un’idea automobilistica visionaria e in controtendenza, caratterizzata da un design semplice e irripetibile. Per raggiungere la forma finale ideale è stato necessario un processo estremamente complesso durato sei anni. Il motore V12 di Pagani, un 6 litri biturbo prodotto esclusivamente da Mercedes-AMG, è frutto di un enorme lavoro di sviluppo: eroga una potenza di 864 CV e soprattutto una coppia di 1100 Nm. Prodotta in soli 99 esemplari, Utopia è già stata completamente assegnata ad una ristretta cerchia di appassionati. 

 

Accanto ad essa altri due modelli iconici, Zonda C12 e Huayra, che insieme rappresentano le tre pietre miliari del brand. In particolare, proprio la Zonda racconta la storia fra un giovane designer ed il grande Juan Manuel Fangio, leggendario campione del mondo di F1, amico e mentore del sogno di Horacio Pagani. Non poteva quindi mancare in un evento che proprio nella F1 affonda le sue radici.

Protagonista dell’esposizione anche Huayra Codalunga, creata in soli cinque esemplari da Pagani Grandi Complicazioni, divisione dedicata alle vetture one-off e few-off. Presentata nel 2018, si distingue per il suo design elegante e semplice: i colori e i materiali richiamano nostalgicamente lo stile degli anni ‘60, con vernice esterna che invade l’abitacolo e rivestimenti artigianali di pelle/nabuk. Il cofano motore, più lungo di 360 mm rispetto alla Huayra Coupé, nasconde un prodigio di meccanica: il V12 Pagani che su questa serie è in grado di sviluppare 840 CV con 1.100 Nm di coppia. Inoltre, l’assenza di griglie posteriori permette di ammirare senza ostacoli l’impianto di scarico. Lo speciale rivestimento ceramico completa l’omaggio alle auto da corsa di Le Mans, e la sinfonia che si sprigiona dai quattro caratteristici terminali di scarico è un tributo alla passione automobilistica.

 

In esposizione Huayra Roadster HP. Questo modello one-off raccoglie in modo unico gli aspetti eleganti e sinuosi della Huayra Roadster con un’aerodinamica elaborata tra splitter e diffusore posteriore per gestire efficacemente le prestazioni del propulsore Pagani V12 6.0 L a doppio turbocompressore, in grado di erogare 840 CV di potenza e 1.100 Nm di coppia da 2.000 a 5.600 giri/m. Il telaio è costituito da monoscocca centrale in Carbo-Titanio HP62 G2 e Carbo-Triax HP62 più telaietti anteriore e posteriore in acciaio al cromo-molibdeno.

 

La partecipazione al Minardi Day è un’ulteriore tappa del viaggio dedicato al 25° Anniversario del brand. 

 

 

 

PRESS CONTACTS  

Pagani Automobili 

press.office@pagani.com

PAGANI AUTOMOBILI CELEBRA IL 25° ANNIVERSARIO CON UTOPIA ALLA MONTEREY CAR WEEK 2023

  • Pagani Automobili sarà protagonista della Monterey Car Week, l’appuntamento più atteso negli Stati Uniti dedicato al mondo delle auto storiche e moderne.
  • Proseguono così le celebrazioni del 25° Anniversario del marchio, all’insegna di quei valori autentici condivisi da clienti, collaboratori e appassionati sparsi nel mondo. 
  • Venerdì 18, presso l’esclusivo Quail Lodge & Golf Club, sarà esposta Utopia, prima volta in Nord America. Il nuovo stand Pagani accoglierà anche le iconiche Zonda e Huayra. 
  • Sabato 19 una parata di Hypercar Pagani attraverserà le colline di Monterey per raggiungere Seaside, sede dell’evento “Exotics on Broadway”, con più di 40.000 spettatori attesi.

 

 

9 agosto 2023, San Cesario sul Panaro – Dall’11 al 20 agosto andrà in scena la Monterey Car Week, l’appuntamento più atteso in California, dedicato al mondo delle auto storiche e moderne. Al prestigioso evento parteciperà Pagani Automobili, precisamente venerdì 18 e sabato 19, con le sue hypercars che emozionano al primo sguardo.  

 

La partecipazione al Monterey Car Week è l’ulteriore tappa del viaggio dedicato al 25° Anniversario del brand. 

 

Horacio Pagani non ha solo sognato e costruito hypercar affascinanti, ma ha fatto dell’azienda un Atelier creativo dove una comunità di persone si riconosce, condivide mani e pensiero, affronta le grandi complicazioni della meccanica, maneggia la bellezza e trova ispirazione reciproca. Gli stessi valori condivisi dalla sua famiglia “allargata” composta da clienti, colleghi, fornitori e i numerosi appassionati presenti nel mondo. 

 

Pagani Utopia in esposizione presso l’esclusivo Quail Lodge & Golf Club è caratterizzata da un design semplice e irripetibile. La nuova Hypercar, infatti, racconta un’idea automobilistica visionaria e in controtendenza. E lo fa tenendo fede al più puro spirito Pagani che nel principio leonardesco di Arte e Scienza trova, da sempre, l’elemento alla base delle sue creazioni. Prodotta in soli 99 esemplari, la prima serie di Utopia coupé è già stata completamente assegnata ad una ristretta cerchia di collezionisti. 

 

Accanto ad Utopia saranno esposti gli altri due modelli iconici dell’Atelier Pagani, Zonda e Huayra, che insieme rappresentano le tre pietre miliari di un percorso iniziato nel 1999 con il progetto C8 (Zonda), proseguito nel 2011 con il progetto C9 (Huayra) e arrivato l’anno scorso al terzo atto con il progetto C10 (Utopia). A cornice dell’esposizione due esemplari prestigiosi, una Zonda R e una Huayra R, nate con l’unico obiettivo di offrire performance senza compromessi.

 

Pagani Automobili si presenta a Quail con un nuovo allestimento, caratterizzato da un elemento ellittico che richiama il logo del brand e dall’iconico marchio dei quattro scarichi. Completano l’area espositiva una raffinata lounge e l’esclusivo store Pagani, dove acquistare i capi d’abbigliamento e gli accessori della nuova collezione 25° Anniversario. 

 

Le celebrazioni del 25° Anniversario alla Monterey Car Week proseguiranno sabato 19 agosto, con una spettacolare parata di vetture Pagani che raggiungeranno la città di Seaside, sede della “Exotics on Broadway”. Si tratta di un evento unico nel suo genere, dove il grande pubblico potrà ammirare, con ingresso gratuito dalle 13.00 alle 18.00, alcune delle auto più emozionanti del nostro tempo.

 

I due appuntamenti metteranno in risalto sia la forza immaginifica delle hypercars Pagani, creazioni capaci di coniugare i concetti di bellezza senza tempo e tecnologia d’avanguardia, sia il profondo legame che unisce da sempre il marchio italiano e gli appassionati nordamericani. 

 

Maggiori informazioni su Utopia sono disponibili a questo link, mentre qui è disponibile il comunicato stampa dedicato a Huayra R. Inoltre, a questo link il video del 25° Anniversario e qui il collegamento al comunicato stampa dedicato alle celebrazioni.

 

 

PRESS CONTACTS  

Pagani Automobili 

press.office@pagani.com

PAGANI AUTOMOBILI AL GOODWOOD FESTIVAL OF SPEED 2023: PROTAGONISTE UTOPIA E HUAYRA R

  • Esposte nello stand Pagani, Utopia e Huayra R
  • Le Hypercars modenesi saranno protagoniste in dinamica nella leggendaria “hill climb”.
  • Al debutto “P Zero Trofeo RS”, il nuovo pneumatico sviluppato da Pirelli per Utopia.

 

San Cesario sul Panaro, 6 giugno 2023 – Dal 13 al 16 luglio Pagani Automobili ritorna al Goodwood Festival of Speed, uno dei più famosi e attesi eventi dedicati al mondo dei motori. Ospitata nella Contea del West Sussex, la manifestazione riunisce centinaia di migliaia di appassionati.

 

Quest’anno Pagani Automobili sarà presente con due esemplari di Utopia e due di Huayra R. In particolare, la campagna inglese farà da cornice all’esclusivo stand Pagani dove poter ammirare queste Hypercars, entrambe contraddistinte da una livrea in fibra di carbonio a vista. Nel Supercar Paddock, invece, Utopia e Huayra R saranno pronte ad affrontare la “hill climb”, la gara in salita che ogni anno vede partecipare veicoli di ogni genere.

 

Utopia, un’idea automobilistica visionaria e in controtendenza
A catturare lo sguardo dei visitatori nello stand Pagani sarà l’affascinante Utopia con finitura in fibra di carbonio a vista, denominata “Dark Amber”, che nasce dall’unione tra la particolare colorazione Black Mamba e l’inserimento di piccoli “glitter” ambrati. La stessa impronta di esclusività degli esterni si ritrova nell’abitacolo dove spicca il rivestimento in Nabuk Sabbia e Pelle Grecale, con un particolare intrecciato sulla sezione centrale del sedile. Completano la silhouette i quattro scarichi in titanio, tratto distintivo dell’atelier modenese, che enfatizza il sound del motore biturbo Pagani V12 da 864 Cv e 1100 Nm di coppia, sviluppato appositamente da AMG.

 

Questa vettura debutta con i nuovi pneumatici P Zero Trofeo RS (21’’ all’anteriore e 22’’ al posteriore), sviluppati su misura per Utopia da Pirelli, altra novità di Goodwood 2023. Il ruolo degli pneumatici Pirelli è quello di elevare le prestazioni nella guida più sportiva rispetto al P Zero Corsa di primo equipaggiamento, senza compromettere l’equilibrio della vettura e il feeling dato al guidatore. Compito raggiunto anche grazie alle mescole scelte; in particolare, per gli pneumatici posteriori è stata adottata la più performante della gamma, capace di dare velocità e sicurezza in pista, facilità e prevedibilità nelle reazioni su strada. Inoltre, grazie all’utilizzo di un lungo processo di sviluppo virtuale, si è lavorato su un’ottimizzazione dell’impronta a terra per offrire più aderenza e controllo.
A questo link è disponibile uno speciale video dedicato al progetto.

 

Nel Supercar Paddock, pronta ad affrontare la “hill climb”, una Pagani Utopia equipaggiata con cambio manuale, che regala un’esperienza di guida all’insegna della purezza meccanica.
Il cambio Pagani by Xtrac, trasversale a sette rapporti, è in grado di trasferire a terra tutta la potenza e l’eccezionale reattività del Pagani V12. Non è stato semplice progettare un cambio del genere, con sincronizzatori e meccanismi adeguati a una pura applicazione manuale comunque in grado di gestire una coppia di 1100 Nm, ma era una caratteristica essenziale per Utopia.

Nulla può sostituire la padronanza dei cambi di marcia da parte del guidatore: la logica prevalente è solo sua, ogni cambiata è unica e dipende esclusivamente dalla sua decisione e dal suo buon senso, dalla natura della strada e dall’umore del momento.
Maggiori informazioni su Utopia sono disponibili a questo link.

 

Huayra R, l’hypercar da pista per veri appassionati di adrenalina
Ritorna a Goodwood la Huayra R, l’hypercar nata nel 2021 con l’unico obiettivo di offrire performance senza compromessi. Ispirata al fascino intramontabile delle automobili di Le Mans e dei campionati del mondo Sport Prototipi degli anni 60 e 70, la vettura unisce il più alto livello di ingegneria automobilistica e know-how aerodinamico con una sensibilità estetica senza precedenti.

 

L’esemplare esposto nello stand Pagani permette al grande pubblico di conoscere da vicino questa creazione, che rappresenta la quintessenza di performance, tecnologia ed arte applicata a una vettura da pista. Per godersi il fascino della guida estrema al volante di Huayra R e Zonda R, nasce il programma Arte In Pista con un calendario ricco di appuntamenti. Giunto alla seconda edizione, l’esclusiva esperienza prevede track day adrenalinici presso alcuni dei circuiti più famosi al mondo, con l’assistenza del Team Pagani e il supporto di driver professionisti.

 

La seconda Huayra R presente al Goodwood Festival of Speed darà spettacolo nella “hill climb”, anche grazie al rombo del motore Pagani V12-R aspirato di 6 litri, progettato in collaborazione con HWA, che eroga 850 Cv a 8250 giri/min, abbinato ad un cambio sequenziale a sei rapporti e innesti frontali. La colonna sonora di questa vettura da pista è infatti pura emozione, grazie al design unico dei collettori e dei quattro iconici terminali di scarico , che permette al V12-R di “cantare” al pari di una monoposto di F1 del passato. Un sound così coinvolgente che nel 2022 è stato insignito del titolo “Best Noise of the Year” dalla BBC TopGear.
Maggiori informazioni su Huayra R sono disponibili a questo link.

 

La presenza di Pagani Automobili a Goodwood segue la scia dei festeggiamenti avvenuti dal 16 al 18 giugno a Modena per il suo 25° anniversario: un grande evento ed un omaggio a clienti, colleghi, collaboratori, appassionati e a tutta la Motor Valley.
Il video celebrativo per i 25 anni di Pagani Automobili è disponibile al seguente link.

 

 

PRESS CONTACTS
Pagani Automobili
press.office@pagani.com

PAGANI AUTOMOBILI CELEBRA I SUOI PRIMI 25 ANNI A MODENA

– L’evento dedicato al 25° anniversario di Pagani Automobili si svolgerà, dal 16 al 18 giugno, in Piazza Roma a Modena: un omaggio a clienti, colleghi, collaboratori, appassionati e a tutta la Motor Valley.
– Il Palazzo Ducale farà da cornice alla mostra “25 anni – 25 Hypercars”, un’esposizione pubblica che racconta l’azienda attraverso le 25 vetture che hanno segnato la storia del Brand, tra cui le iconiche Zonda (1998) e Huayra (2011) e la nuova Utopia (2022).
– Pagani e la musica, un binomio inscindibile. Dopo le note emozionanti della sinfonia dedicata ad Utopia, è Mario Biondi, artista italiano stimato in tutto il mondo, a contribuire all’arrangiamento di un nuovo brano “Heart, hands and passion”.
– Il cantautore siciliano si esibirà in concerto la sera del 16 giugno mentre, tutti i giorni, l’evento sarà accompagnato dalla musica di Radio Monte Carlo. La facciata del Palazzo Ducale prenderà vita con uno spettacolo di mapping ed un suggestivo video celebrativo.
– Nell’area press pagani.com è disponibile la cartella stampa completa e la descrizione delle auto esposte.

San Cesario sul Panaro, 7 Giugno, 2023 – Pagani Automobili è lieta di annunciare il programma completo dell’evento dedicato al suo 25° anniversario che avrà luogo, dal 16 al 18 giugno, nel centro di Modena, precisamente in Piazza Roma davanti al prestigioso Palazzo Ducale. Protagoniste saranno 25 Hypercar, alcune di proprietà del marchio e altre concesse da proprietari e collezionisti di tutto il mondo. Ciascun modello esposto ha la sua storia e tutte insieme rappresentano le tappe di un viaggio iniziato nel 1998 nel cuore della Motor Valley.
UNA COMUNITÀ DI PERSONE
Horacio Pagani non ha solo sognato e costruito hypercar tra le più belle del mondo, ma ha fatto dell’azienda un atelier creativo dove una comunità di persone si riconosce, condivide mani e pensiero, affronta le grandi complicazioni della meccanica, maneggia la bellezza e trova ispirazione reciproca. Per Pagani Automobili celebrare il 25° anniversario significa, prima di tutto, ringraziare le persone che hanno creduto nel progetto fin dall’inizio: clienti, colleghi, collaboratori e i numerosi appassionati sparsi nel mondo. È proprio questa famiglia “allargata” che permette, ogni giorno, di trasformare pensieri, gesti e parole nei tratti di un disegno più vasto, creativo e ogni volta unico. Possedere una Pagani non consiste nell’averla, ma nel continuare a vivere un’emozione di guida e di scambio di esperienze, nel continuare ad affidarla a mani preziose capaci di conservarla e migliorarla nel tempo.

LA MOSTRA “25 ANNI – 25 HYPERCARS”
Per tutti i tre giorni della manifestazione sarà possibile ammirare la suggestiva esposizione “25 anni – 25 Hypercars” che sarà allestita in Piazza Roma, davanti al maestoso Palazzo Ducale, attualmente sede dell’Accademia Militare di Modena. Il posto d’onore, al centro dell’esposizione, è riservato ai tre modelli iconici della Pagani Automobili, che rappresentano le pietre miliari di un percorso iniziato nel 1998 con il progetto C8 (Zonda), proseguito nel 2011 con il progetto C9 (Huayra) e arrivato l’anno scorso al terzo atto con il progetto C10 (Utopia). Ad abbracciarle ci saranno tutti i modelli che hanno segnato la storia del Brand: Zonda “La Nonna”, Zonda S, Zonda S Roadster, Zonda F, Zonda F Roadster, Zonda Cinque, Zonda R, Zonda Cinque Roadster, Zonda Tricolore, Zonda Revolucion, Zonda 760, Zonda HP Barchetta, Zonda Revo Barchetta, Huayra BC, Huayra Roadster, Roadster BC, Pagani Imola, Huayra Tricolore, Huayra R e Huayra Codalunga.

IL CONCERTO DI MARIO BIONDI E LA MUSICA DI RADIO MONTE CARLO
Pagani e la musica, un binomio inscindibile. Dopo le note emozionanti della sinfonia “Utopia”, a celebrare il quarto di secolo è lo stile jazz, fatto di ritmo e improvvisazione, elementi che caratterizzano la storia di un’azienda che da sempre coniuga tecnologia e libertà espressiva.
Un nuovo brano “Heart, hands and passion”, una composizione jazz su cui ha lavorato l’artista italiano Mario Biondi con l’arrangiamento del compositore Riccardo Rossini, curatore della trascrizione dei 13 brani suonati al pianoforte da un giovane Horacio Pagani (Casilda, Argentina, 1980). In anteprima, la sera del 16 giugno, il brano sarà presentato da Nick The Nightfly ed eseguito dai giovani musicisti della Verdi Jazz Orchestra del Conservatorio di Milano. E alle 22:00 il raffinato cantautore e arrangiatore Mario Biondi chiuderà la giornata con un suggestivo concerto gratuito.
Le tre giornate dell’esposizione saranno accompagnate da Radio Monte Carlo, Radio Ufficiale dell’evento, che realizzerà una speciale playlist curata dai suoi music designer.

SPETTACOLO DI VIDEO MAPPING
Il 16 giugno alle 21:45 e il 17 e il 18 giugno alle 22:00 la facciata del Palazzo Ducale prenderà vita con uno spettacolo di mapping ed un suggestivo video realizzato in occasione dell’anniversario.

Per tutto il periodo dell’evento sarà presente lo store Pagani, dove acquistare i capi d’abbigliamento e gli accessori della nuova collezione 25° anniversario.

PROGRAMMA UFFICIALE – 16-17-18 Giugno, Piazza Roma, Modena, Mo

16 Giugno 2023
9:00 Apertura dell’esposizione “25 anni – 25 Hypercars”
20:30 – 21:15 Musica con la Verdi Jazz Orchestra del Conservatorio di Milano
21:45 – 22:00 Spettacolo di Video Mapping
22:00 – 23:00 Concerto gratuito di Mario Biondi. Presenta Nick The Nightfly, Radio Monte Carlo
23:00 Chiusura dell’esposizione “25 anni – 25 Hypercars”

17 e 18 Giugno 2023
9:00 Apertura dell’esposizione “25 anni – 25 Hypercars”
22:00 Spettacolo di Video Mapping
22:30 Chiusura dell’esposizione “25 anni – 25 Hypercars”

Accesso libero a Piazza Roma e spettacolo gratuito aperto al pubblico.

PRESS CONTACTS
Pagani Automobili
press.office@pagani.com

PAGANI PARTECIPA AL CONCORSO DI ELEGANZA DI VILLA D’ESTE

– Dal 19 al 21 maggio Pagani Automobili sarà presente alla prestigiosa manifestazione che, da anni, incorona
le più belle vetture storiche e i prototipi più affascinanti.
– In concorso, nella categoria Concept Car, una delle cinque Huayra Codalunga realizzate dalla divisione Pagani Grandi Complicazioni.
– L’Hypercar in esposizione si contraddistingue per una livrea Bronzo Aymara, cangiante da coprente a carbonio a vista, e un esclusivo rivestimento in pelle vintage e stoffa pregiata di Loro Piana.
– In concomitanza con il Concorso d’Eleganza Villa d’Este va in scena FuoriConcorso, dal 20 al 21 maggio: l’esclusiva Villa Sucota farà da cornice a una rarissima Pagani Zonda HP Barchetta Revo.
– Inizia il countdown per l’evento celebrativo, aperto al pubblico, dedicato al 25° Anniversario dell’Atelier Pagani, che si svolgerà a metà giugno nel cuore di Modena.

17 maggio 2023 – San Cesario Sul Panaro: Pagani Automobili è lieta di annunciare la sua prima partecipazione al Concorso d’Eleganza Villa d’Este, l’appuntamento di automobili d’epoca più esclusivo e ricco di tradizione del mondo, che avrà luogo dal 19 al 21 maggio sul Lago di Como.

Disputata per la prima volta nel 1929, la rassegna è da sempre ospitata nei magnifici giardini del Grand Hotel Villa d’Este e di Villa Erba a Cernobbio. Suddiviso in diverse categorie, dal 2002 è stato introdotto un premio assegnato ai prototipi più affascinanti, che rappresentano il punto di collegamento tra il glorioso passato e l’entusiasmante futuro dell’automobile.

Proprio nella categoria Concept Car si trova a concorrere una Huayra Codalunga, per la precisione, la seconda delle cinque create dalla Pagani Grandi Complicazioni, la divisione dedicata alle vetture one-off e few-off. Autentico tributo ai carrozzieri italiani e alle auto da corsa degli anni 60, questo modello è stato realizzato coinvolgendo i clienti nell’intero progetto di sviluppo.

La sua storia inizia nel 2018 quando due collezionisti chiesero a Horacio Pagani e al suo team di realizzare una versione codalunga partendo da Pagani Huayra Coupé, con l’idea di una Hypercar tanto elegante quanto semplice e pulita nel design, un modello che si sentisse protagonista su strada così come in esposizione ai Concorsi internazionali.

L’auto in concorso si contraddistingue per la particolare verniciatura esterna, che rende omaggio al colore Bronzo Aymara, tinta di lancio di Huayra Coupé, rivisitato in chiave carbonio a vista. A un primo sguardo, infatti, la vernice sembra un normale Bronzo Aymara coprente ma, se colpita dalla luce in particolari angolazioni, emerge la fibra di carbonio. Inoltre, sulla livrea fasciante del cofano posteriore, spicca la scritta “Codalunga” verniciata. Il tutto reso ancora più prezioso dagli interni rivestiti in pelle heritage, color cuoio con effetto vintage, abbinata alla stoffa pregiata di Loro Piana.

Il cofano motore, con un ingombro di oltre 3,7 m2 e più lungo di 360 mm rispetto a Huayra Coupé, nasconde un prodigio di meccanica: il V12 Pagani, che su questa serie è in grado di sviluppare 840 CV con 1.100 Nm di coppia. Inoltre, l’assenza di griglie posteriori permette di ammirare senza ostacoli l’impianto di scarico di Codalunga, realizzato in titanio con un peso di soli 4,4 kg. Lo speciale rivestimento ceramico completa l’omaggio alle auto da corsa di Le Mans, e la sinfonia che si sprigiona dai quattro caratteristici terminali di scarico è un tributo alla passione automobilistica.

Maggiori informazioni su Huayra Codalunga sono disponibili a questo link: https://www.pagani.com/it/press/pagani-huayra-codalunga-grandi-complicazioni-su-ruote/

In concomitanza con il Concorso d’Eleganza Villa d’Este va in scena anche FuoriConcorso, dal 20 al 21 maggio, il format che rende omaggio agli aspetti più belli della cultura automobilistica con eventi e raduni in giro per l’Italia e il mondo.

Per l’occasione, la splendida Villa Sucota, sede della Fondazione Ratti ed elegante dimora affacciata sul Lago di Como, accoglierà la rarissima Pagani Zonda HP Barchetta Revo, un esemplare one-off capace di far emozionare e sognare al primo sguardo.

Il nome svela subito che dietro alla bellezza e all’eleganza ispirate alla Zonda HP Barchetta stradale, si celano un’anima ribelle e un concentrato di prestazioni al livello di Zonda Revolución. Dunque, la one-off coniuga due delle vetture più iconiche del brand, un progetto che ha richiesto al Team Pagani uno sforzo non indifferente, in particolare per sviluppare una struttura centrale dedicata solo per questo modello, applicando i più avanzati materiali compositi.

Il telaio è costituito da una monoscocca realizzata con Carbo-Titanium HP62 G2 e Carbo-Triax HP62, con telaietti anteriore e posteriore in acciaio di tipo Cr-Mo e carrozzeria in fibra di carbonio. Le sospensioni sono a 4 ruote indipendenti con triangoli sovrapposti, bracci superiori a bilanciere, molle elicoidali e ammortizzatori con sistema di regolazione elettronico, abbinato al bilanciamento aerodinamico. Il peso a secco è di 1.050 kg.

Sotto il cofano, in posizione centrale longitudinale, è incastonato il motore V12, aspirato Mercedes-AMG che eroga fino a 800 cavalli (625 kW) a 8.250 giri/m e la coppia di 750 Nm (77 kgm) tra 5.500 e 8.300 giri/m. Il propulsore a 12 cilindri a V di 60° è abbinato a un cambio a 6 marce (più RM) di tipo sequenziale con innesti frontali e frizione “racing” a 3 dischi in metallo sinterizzato.

Lo scarico in titanio, rivestito in ceramica, rilascia un sound inconfondibile mentre la trazione posteriore annovera un differenziale autobloccante elettromeccanico. Il sistema frenante è a disco Brembo con dischi autoventilanti tipo “CCM-R” (Carbon Ceramic Materials-Racing) mentre gli pneumatici sono Pirelli P Zero slick con all’anteriore 295/650/R19 e al posteriore 325/705/R19.

La spiccata anima racing di Pagani Zonda HP Barchetta Revo si sposa con la cura maniacale riservata ai più piccoli dettagli, come dimostrano sia le componenti in alluminio anodizzato blu ricavate dal pieno, sia la speciale livrea ispirata a uno dei modellini in alluminio, in stile Can-Am, esposti all’Horacio Pagani Museo, realizzati nel 1962 da un giovanissimo Horacio Pagani.

La partecipazione all’appuntamento di Cernobbio segna quindi un ulteriore passo verso l’evento celebrativo del 25° Anniversario del brand Pagani, che si svolgerà nel cuore di Modena dal 16 al 18 giugno. Il programma completo dell’evento, aperto al pubblico, è disponibile sul sito pagani.com: https://www.pagani.com/it/25-anniversario-di-pagani-automobili/

PAGANI PRESS OFFICE
Pagani Automobili
press.office@pagani.com

PAGANI UTOPIA PROTAGONISTA DEL MOTOR VALLEY FEST 2023

– Dall’11 al 14 maggio va in scena la quinta edizione del festival a cielo aperto della Motor Valley. All’evento sarà presente Pagani Automobili con due icone senza tempo.
– Per la prima volta il grande pubblico potrà ammirare Utopia, il terzo capitolo della storia automobilistica del brand, che sarà esposta presso il Cortile d’Onore del Palazzo Ducale di Modena, sede dell’Accademia Militare.
– Riflettori puntati anche sulla Huayra Roadster BC in mostra nella piazza del Castello di Formigine.
– Sabato 13 maggio, aperti al pubblico, il Museo Horacio Pagani e l’Atelier di produzione.
– Prosegue il viaggio dedicato al 25° Anniversario di Pagani Automobili, che culminerà a metà giugno con un evento, aperto al pubblico, nel cuore di Modena.

4 maggio 2023 – San Cesario Sul Panaro: Pagani Automobili partecipa alla quinta edizione del Motor Valley Fest, in programma dall’11 al 14 maggio nella terra dei motori dell’Emilia-Romagna. Una terra che oltre trent’anni fa accolse Horacio Pagani e le sue idee di creare auto da sogno.

Come sempre, la manifestazione si svolge nel cuore di Modena, città riconosciuta patrimonio dell’Unesco per le sue bellezze artistiche e architettoniche. Una location suggestiva, dunque, che si sposa bene con le Hypercar Pagani, in quanto espressioni del principio leonardesco “Arte e Scienza” su cui si fondano la filosofia dell’azienda e le sue creazioni.

Pagani Automobili partecipa alla manifestazione con Utopia e Huayra Roadster BC.

Utopia rappresenta il terzo capitolo della storia automobilistica del brand e sarà esposta nel Cortile d’Onore di Palazzo Ducale, sede dell’Accademia Militare di Modena. È la prima volta che questa creazione di Horacio Pagani e il suo team si lascia ammirare dal grande pubblico, dopo essere stata presentata ufficialmente lo scorso settembre a Milano con un doppio evento: la World Premiere al Teatro Lirico e la Mostra al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci.
Caratterizzata da un design semplice e irripetibile, la nuova Hypercar Pagani racconta un’idea automobilistica in controtendenza, utopica, romanticamente lontana dal significato attuale di automobile. Prodotta in soli 99 esemplari, la prima serie di Utopia Coupé è già stata completamente assegnata ad una ristretta cerchia di appassionati.

Maggiori informazioni su Utopia sono disponibili a questo link: https://www.pagani.com/it/press/presentazione-mondiale-della-nuova-pagani-utopia/

Dall’Atelier Pagani, il laboratorio di produzione “sartoriale” del brand, nasce anche la seconda vettura esposta nella piazza del Castello di Formigine, località limitrofa a Modena. Si tratta della Huayra Roadster BC, dalle iniziali di Benny Caiola, il primo cliente di Pagani Automobili, concepita come vettura da strada, ma che regala forti emozioni in pista.
Per consegnare ai clienti una vettura affidabile, sicura ed emozionante, la Roadster BC è stata sottoposta a un severo programma di test: più di 350.000 km di validazione, di cui oltre 45.000 km in pista e molti altri sui banchi di prova o durante le simulazioni.
Il programma di prove si è concluso all’inizio di settembre 2020, sul leggendario circuito belga di Spa Francorchamps, dove Huayra Roadster BC ha segnato il tempo di 2:23,081 minuti, nuovo record per le auto stradali omologate a livello mondiale. E pochi mesi dopo, sulla pista di Vairano, il team di Quattroruote ha fermato il cronometro a 1:07,681 minuti, il miglior tempo mai registrato nell’autodromo pavese.

Maggiori informazioni sulla Huayra Roadster BC sono disponibili a questo link: https://www.pagani.com/it/press/huayra-roadster-bc/

Infine, per tutti gli appassionati dei motori e del design italiano, sabato 13 maggio ci sarà l’opportunità di visitare il Museo Horacio Pagani e l’Atelier di produzione a San Cesario Sul Panaro, tramite appuntamento, chiamando il numero +39 059220022.

Con la partecipazione al Motor Valley Fest 2023 prosegue quindi il viaggio dedicato al 25° Anniversario del brand, che culminerà con un evento, aperto al pubblico, dal 16 al 18 giugno in piazza Roma nel cuore di Modena, dove questa bella pagina del made in Italy è iniziata.
Il programma completo dell’evento celebrativo è disponibile sul sito pagani.com: https://www.pagani.com/it/25-anniversario-di-pagani-automobili/

PAGANI PRESS OFFICE
Pagani Automobili
press.office@pagani.com

PAGANI AUTOMOBILI. 25 ANNI DI CUORE, MANI E PASSIONE

Bellezza. Una ricerca continua. Incessante.

Bellezza nei dettagli, bellezza delle linee, nel cuore di automobili che nascono come creazioni e non solo come progetti. Bellezza dove non si vede.

 

“Ero in Lamborghini, americana di Chrysler già da qualche anno” dice Maurizio Ferrari “La  guerra del Golfo aveva cambiato tutto, l’azienda si era vista annullare quasi tutti gli ordini e io, come tanti altri, nel 1991 ero in cassa integrazione. Horacio mi racconta del suo progetto, della macchina che aveva in mente, della vita che voleva fare. Lo avevo conosciuto anni prima quando era un operaio di terzo livello in Lamborghini e ora era lì, davanti a me, a parlarmi delle sue visioni come se fossero già belle e fatte. Mi disse che se a fine cassa integrazione l’azienda mi avesse licenziato, sarei potuto andare da lui per costruire il sogno insieme. I costruttori di supercar erano tutti in crisi. Ancora non so cosa mi sia passato per la mente e perché gli ho creduto, è iniziato tutto così”.

Poi, nel 1992, in un giorno che poteva essere come tanti, Horacio Pagani indica a Maurizio Ferrari un terreno incolto.

“Qui faremo la nuova fabbrica e costruiremo la macchina” gli dice.

Maurizio lo guarda. Non sa bene cosa pensare. Ormai lavora al progetto che Horacio ha in mente, quello che poi diventerà la Zonda. Sa quanto è difficile lavorare sui sogni. Poi guarda il terreno davanti a loro. Per amicizia o forse per follia, l’automobile la vede sul serio. Gli crede ancora una volta.

“Se dovessi rinascere, chiederei di tornare qui”. Dice così oggi Maurizio Ferrari, contento non solo per aver creduto ad Horacio ma anche di averlo affiancato per 32 anni. Nella storia della Pagani Automobili, questa è una storia nella Storia.

 

Horacio Pagani non ha solo sognato e costruito hypercar tra le più belle del mondo, ma ha fatto dell’azienda un atelier creativo dove una comunità di persone si riconosce, condivide mani e pensiero, affronta le grandi complicazioni della meccanica, maneggia la bellezza e trova ispirazione reciproca.

 

Una comunità di persone che ogni giorno trasforma pensieri, gesti e parole nei tratti di un disegno più vasto, creativo e ogni volta unico.

“Le persone che lavorano da noi lo fanno con passione e la passione è contagiosa” dice Leonardo Pagani “Chi entra in una delle nostre automobili la scorge nella cura dei dettagli e la vive ogni volta che si mette alla guida. I nostri clienti non acquistano solo un’automobile, ma tutto quell’insieme palpabile di emozioni e di affetto che ognuno di noi ha messo nel fare la propria parte. Per questo a molti clienti una sola Pagani non basta e tornano per comperarne un’altra”.

Affetto, emozione, coinvolgimento. Anche questa è una storia nella storia della Pagani.

“Mio fratello ed io abbiamo avuto la fortuna di essere stati coinvolti in azienda sin da subito” dice Christopher Pagani “Ero un bambino e i miei pomeriggi passavano a giocare e a curiosare in officina che, peraltro, era esattamente al piano sotto la mia stanza. Per me un mondo pieno di cose fantastiche. Non lo sapevo, ma stavo già imparando quella che sarebbe stata la mia vita”.

Una famiglia che diventa comunità estesa, un valore percepito e recepito perché, come dice Hannes Zanon (Commercial Director) “Famiglia e comunità. Qui siamo proprio così. Qui ognuno può portare le proprie idee ed ha la possibilità di esprimersi. Horacio ascolta tutti, coglie spunti e suggestioni, li elabora, li confronta e quasi sempre da questo conciliabolo di idee nascono emozioni che diventano progetti.”

“Horacio ha delle intuizioni, rimane affascinato da un dettaglio che lo colpisce e che spesso a noi passa inosservato” dice Alberto Piccolo (Designer – Head of Interiors) “Lui invece se ne innamora, lo studia, ci coinvolge nella sua esplorazione creativa e stabilisce con noi un’affinità prima di tutto emotiva. Lo stile Pagani nasce da un grande fermento culturale e da questo nascono anche senso di appartenenza e consapevolezza. Io so che qui non sto lavorando e basta. Io sto creando e questa è una sensazione impagabile.”

 

La Pagani Automobili nasce ufficialmente nel 1998, la sua storia molto prima.

Nasce in una cameretta di Casilda, Pampa argentina, dove un bambino di 10 anni sognava il suo futuro lavorando la balsa per dare forma a modellini di automobili. Nasce nella curiosità di quel bambino che, avido di letture, scopre Leonardo da Vinci e rimane affascinato dal suo dialogo possibile tra Arte e Scienza. Una fascinazione che non lo lascerà più e che diventerà ispirazione della sua vita, non solo della sua azienda.

“Eravamo poco più che bambini, lui 15 e io 14 anni. Giocavamo a tennis nello stesso circolo, era bravo, più bravo di me. Eravamo amici, molto amici già allora. Io l’ho visto nascere il sogno di Horacio. Me ne parlava sempre, mi faceva vedere disegni, modellini, riviste. Era affascinato dalle Gran Turismo, le macchine che correvano la 24 Ore di Le Mans. Lui aveva in mente solo quelle e non solo diceva che le avrebbe fatte, ma che le avrebbe fatte proprio a Modena, nella terra dei motori. Tanti ridevano, io no. Io ogni giorno lo vedevo fare un passo in più verso il suo sogno. Io gli ho sempre creduto.” dice Hugo Racca, amico per la vita di Horacio.

 

Atelier creativo dove mani e pensiero sono fattore comune e inscindibile, da noi Arte e Scienza si fondono e tendono verso un bello non ripetibile che si riflette nelle persone e nel loro modo di lavorare.

“Sono arrivato in Pagani nel 2011, pochi mesi dopo la laurea. Pensavo di sapere tutto e invece ho iniziato a imparare da subito. Qui ho capito che il designer deve avere non solo la padronanza delle linee, ma anche dei materiali che a quelle linee daranno funzione e le renderanno tattili.” dice Mattia Gessi (Designer and Project Leader) “Coniugare disegno e materiali è come coniugare Arte e Scienza; indispensabile per affrontare la bellezza. Quando abbiamo iniziato a lavorare su Utopia ci siamo fatti guidare da questo e oggi, dopo anni in cui a Utopia e alla sua idea parlavamo come fosse una persona, ogni volta che scendo in produzione e la guardo mi stupisco come un bambino. Quando sono entrato qui non immaginavo che il mio lavoro potesse essere così bello”.

 

In Pagani la bellezza incontra e risolve le grandi complicazioni della meccanica, lo stile diventa filosofia estetica e le suggestioni di chi desidera una Pagani diventano percorsi creativi unici.

“Sono passati dieci anni, ma ricordo come fosse oggi il mio primo colloquio con Horacio. Mi raccontò di sé, della sua storia, delle cose fatte e di quelle che avrebbe voluto fare. Una cosa si capiva più di tutte: la sua passione per creare, per inventare “dice Lorenzo Kerkoc (Special Projects Manager) “Una passione contagiosa di cui oggi non potrei fare a meno neanche io. Ogni progetto speciale che seguo risponde ai desideri di un singolo cliente che devo interpretare e ai quali dare forma compiuta. La grande complicazione sta nel trovare il punto di equilibrio tra desideri, funzione ed estetica.”

 

La bellezza in Pagani è una prestazione delle automobili, al pari della sicurezza di guida e del piacere di stare al volante e tutto è il risultato di ricerca continua e di naturale propensione all’innovazione.

“Lavoro sulla meccanica, progetto telai e sospensioni. A molti potrebbe sembrare un lavoro anonimo eppure, in questi miei 25 anni in Pagani, proprio intorno alla meccanica ho sperimentato materiali e procedure, ma anche tessuto rapporti umani con tutto il team e con Horacio stesso.” dice Germano Franzese (Senior Mechanical Designer) “Ho imparato ad ascoltare le persone e ad avere cura di dettagli che forse nessuno vedrà mai. Dettagli nascosti che sono testimoni della nostra filosofia del bello.”

 

L’innovazione, al pari della bellezza, è l’altra grande ispirazione quotidiana che si respira in Pagani. Qui il futuro arriva prima che altrove grazie alla ricerca sui materiali compositi, alla tecnologia che consente di lavorare leghe e alluminio ricavandone dal pieno i componenti delle hypercar, all’elettronica d’avanguardia che è mente sensibile capace di affiancare il cuore alla guida.

 

Francesco Perini (Head of Technical Department) è immerso nell’innovazione, ma è attratto dalla filosofia. “Vidi una strada, un modo di guardare le cose in cui mi ritrovai. A chi arriva a lavorare con noi racconto prima di tutto il nostro impianto valoriale, di come questo riverbera sull’automobile e il percorso intellettuale che ogni giorno portiamo avanti. Il progettista qui abbraccia una filosofia, non solo un metodo. Qui designer e ingegneri non lavorano solo dietro uno schermo, ma devono capire con le mani il risultato del loro lavoro, lo devono maneggiare, devono capire l’effetto che farà a chi dovrà montarlo o a chi dovrà usarlo. Oggi più che mai Arte e Scienza non può fare a meno del restituire valore a una manualità troppo a lungo dispersa.”

 

Quanto siano le persone a fare la differenza lo sa bene Mary Malandrino in azienda dal 2003 e da 10 anni Human Resource Manager “Le competenze sono essenziali, ma quando ho davanti a me un candidato cerco di intravedere anche quale persona possa essere. Sensibilità, passione, capacità di sentire l’ambiente sono qualità altrettanto essenziali per vivere con noi. Noi scegliamo le persone e queste, nel loro universo complesso di capacità, esigenze e sensibilità, sono al centro del nostro progetto. Ma noi dobbiamo anche essere scelti e questo è fondamentale. Solo così ci si può sentire parte di una realtà dove ognuno è importante per quello che fa e per come lo fa. Quando sono entrata in Pagani avevo già avuto esperienze lavorative e non cercavo un posto di lavoro e basta. Cercavo un luogo dove stare bene e sentirmi realizzata. Appena arrivata mi sono resa conto che ero in un mondo diverso, mi sono sentita accolta e ho avuto la sensazione di trovarmi in famiglia. In questi 20 anni di Pagani ogni anno riconfermo la mia scelta ”.

 

 

I clienti in Pagani sono prima di tutto persone.

Con una richiesta costantemente in crescita sui quadranti europeo, nordamericano e asiatico, acquistare una Pagani significa anzitutto innamorarsi di un desiderio, corteggiarlo e lasciarsene conquistare. Così come per la cura dei dettagli, anche la cura del cliente ha un taglio emotivo ed artigianale in Pagani.

Alberto Giovanelli (Managing Director Asia/Pacific) arriva in azienda a 26 anni, nel 2006. Inizia come stagista, ma dopo appena due mesi si ritrova a girare il mondo con Horacio. Per 11 anni passa più tempo con lui che con la famiglia. “Il nostro punto di forza in un mercato estremamente competitivo è la capacità di fare automobili a misura del cliente. Sempre, anche quando ci chiedono – come è successo con un cliente di Singapore – di cambiare la livrea di una Zonda per farla diventare dello stesso rosa della macchina di Elvis Presley.  Oppure come accadde con Lewis Hamilton, che volle la Zonda dello stesso viola del primo go-kart avuto da ragazzino. Il segreto per competere è sempre la capacità di avere visioni innovative. Il rapporto con il cliente come lo abbiamo noi è innovazione, così come l’innovazione di aver concettualizzato la Zonda anche con guida a destra ha rappresentato un grandissimo vantaggio competitivo. Questa capacità di anticipazione e al tempo stesso di ascolto ci porta ad avere con i clienti un rapporto di grande frequentazione che non raramente diventa amicizia, con loro e con la famiglia.”

Un’impronta Pagani che vale ovunque nel mondo.

Da Miami, dove l’ufficio si è trasferito nel 2019, Michael Staskin, (Ceo of Pagani America) si occupa del mercato più importante per l’azienda: “I nostri clienti sono persone molto preparate, conoscono bene la storia delle Pagani e quella di Horacio. Sanno che le nostre sono automobili ad alte prestazioni e, tra queste, c’è anche la cura estrema che riserviamo ai dettagli. Questo è un valore che loro riconoscono e apprezzano. Noi, il team statunitense, diamo poi ulteriore valore a questa equazione di bellezza aggiungendo la nostra attenzione. Diventiamo tutti in qualche modo di famiglia e non solo nel tempo che corre tra l’ordine e la consegna, ma anche dopo. Abbiamo la fortuna di continuare a trascorrere del tempo con i nostri clienti, in particolare ai nostri raduni dove si crea un’atmosfera incredibile. I nostri clienti amano i raduni e ci chiedono di scegliere percorsi dove le curve sono protagoniste così da amplificare il loro piacere di guida. Spesso viaggiano da una parte all’altra del mondo proprio per guidare le loro auto e condividere la stessa esperienza con persone che hanno la stessa sensibilità. È così che diventiamo tutti parte di una grande famiglia Pagani”. 

 

Il tempo, in Pagani, è un elemento vitale del desiderio.

Attendere una vettura è parte della Pagani stessa; l’attesa non serve solo a immaginare il giorno della consegna, ma a immaginare l’automobile e a personalizzarla insieme ai designer e ai tecnici che ti seguono giorno per giorno. Un corteggiamento fatto di emozioni e suggestioni, come può essere vedere un dettaglio dove altri non lo vedono o un colore che per altri non esiste, realizzando così una vettura unica e irripetibile.

Non semplice customer care ma, anche in questo caso, una vera e propria filosofia che guarda alle ispirazioni e ai desideri. Non poteva essere altrimenti e il motivo, anche questo, è in un dettaglio.

Tutti i progetti di Horacio Pagani si distinguono per una sigla.

Semplice. Essenziale. Ricorrente.

La consonante è sempre la stessa, seguita da un numero che cambia.

O forse sarebbe meglio dire da un numero che evolve intorno a un punto di riferimento che non cambia mai.

C8, ad esempio la sigla progettuale della Zonda, C9 quella della Huayra e C10 quella di Utopia.

C come Cristina Elizabeth Perez. Cristina aveva solo 19 anni quando ha sposato Horacio. Con lui ha condiviso tutto. Il trasferimento in Italia, la ricerca di un lavoro, i sogni visti in controluce, il lavoro in azienda quando tutto era da fare, i sogni che si realizzano, l’azienda che cresce e che oggi guarda al futuro, i figli che prendono ad esempio il padre e ne seguono le tracce.

L’ispirazione per Horacio è la terza lettera dell’alfabeto, la prima della sua vita.

“Le sigle non sono solo automobili – dice Cristina -, ma sogni che man mano prendono forma e proprio come non esistono sogni uguali, non esistono neanche due Pagani uguali, ognuna diversa per un particolare che la rende unica. Noi lavoriamo con la bellezza e per farlo ogni giorno dobbiamo fare del nostro meglio, migliorare e superarci. Solo così possiamo aspirare a realizzare non solo la bellezza apparente, ma la bellezza invisibile, quella che muove da dentro le grandi complicazioni e fa essere le nostre automobili desiderabili ed esclusive.”

 

Migliorarsi, sempre, ogni giorno.

In Pagani non c’è spazio per parole come successo o perfezione perché successo e perfezione sono ricerca continua, dinamica, movimento di pensiero e di mani.

Carlo Alberto Roma (R&D Composite Trimming Supervisor) segue la produzione dei compositi. Lo fa da sempre. Lui è il cartellino n.8, entra in Pagani nel 1998 e su questo ha costruito le sue certezze. Sue e dell’Azienda. “Noi siamo sempre alla ricerca del dettaglio, del particolare. Non siamo mai contenti di quello che facciamo. Nessuna delle nostre automobili è uguale all’altra. Noi siamo artigiani – rivendica con orgoglio –, proviamo e riproviamo e non ci spaventa il tempo che dobbiamo impiegare per farlo.”

 

In Pagani il miglioramento continuo non è solo una filosofia: 14 i milioni di euro investiti nel 2022 – l’11% del fatturato – 69.400 le ore di Ricerca e Sviluppo.

“Sono entrato in Pagani quando non avevo ancora 18 anni” dice Roberto Malmusi (R&D  Composite Layup Supervisor) “Ho iniziato maneggiando pelli di carbonio e lo faccio ancora. Sui compositi abbiamo sempre investito molto.

Noi non valutiamo le macchine per una prestazione basica come la velocità. Certo, le Pagani sono veloci, ma la nostra sfida è farle essere macchine sicure e confortevoli nella guida. Chiunque deve poter guidare una Pagani, persone comuni, non piloti professionisti. Per fare questo, la ricerca per la qualità dei compositi è fondamentale; una macchina leggera, resistente e manovrabile è una macchina sicura e confortevole. Il miglioramento continuo, per noi, non è solo una procedura aziendale, ma un abito mentale di cui nessuno di noi si spoglia mai.”

  

La ricerca del bello è moto continuo.

Pagani Arte è il nuovo atelier creativo dedicato a espandere l’idea di bellezza coltivata da Horacio. Non più solo hypercar, ma anche interior design per aerei, elicotteri, yacht e suite, tutto all’insegna della ricerca di forme, stili, materiali ed equilibri emotivi.

Con Pagani Arte la ricerca del bello diventa così identità esclusiva e riservata, lusso nella sua quintessenza emozionale, qualcosa di ancora non visto, ma a lungo atteso.

 

Origine e futuro, tradizione e innovazione, Arte e Scienza.

Relazioni binarie, gemellari, inscindibili.

“Mettere in discussione le nostre certezze, coltivare il dubbio anche su quello che consideriamo acquisito. Soprattutto su quello che pensiamo di saper fare bene. Questo è il nostro metodo di lavoro, è così da sempre e non cambierà” dice Horacio Pagani “Mettersi in discussione significa saper ascoltare, valutare, mettere in dubbio le proprie scelte ed essere umile per cambiare prospettiva. Così si diventa esempio e così le persone crescono, maturano, acquisiscono e trasmettono conoscenza. Solo se ognuno di noi è incuriosito e appassionato della bellezza diventa un ricercatore di quella , se vivi la qualità è più naturale fare qualità. Passione e  disciplina diventano i valori dell’azienda e la rendono leader naturale. Noi vogliamo essere leader non per quello che abbiamo fatto fino ad oggi, ma per quello che vogliamo ancora fare, per lo sguardo che ogni giorno lanciamo un po’ più avanti. Sarà questo sguardo che ci consentirà di continuare a fare automobili belle, innovative, sicure, confortevoli e a misura della persona. Chi entra in una Pagani prima di essere un cliente è una persona che dentro una nostra vettura deve sentirsi a casa. Una persona che lì dentro, in quello che vede o al tatto di volante, pomelli e pelli, deve riconoscere anche il suo vissuto, reale o desiderato che sia. Era una sfida 25 anni fa, continua a esserlo oggi per domani. Ma saremmo forse uomini se non avessimo sfide da raccogliere? Con i nostri 25 anni portiamo nelle strade Utopia. La nostra Utopia. Non avremmo potuto avere suggestione più bella per annunciare i prossimi 25.”

 

__________________________________

 

Save the date! Nel cuore di Modena, dal 16 al 18 giugno, celebriamo il nostro anniversario: 25 anni 25 hypercar, tutti i modelli che hanno segnato la storia della Pagani Automobili. 

Musica con Mario Biondi in concerto per una festa da ricordare! E le sorprese non sono finite, vi aspettiamo!

 

CONTATTI PER LA STAMPA  

Pagani Automobili

press.office@pagani.com

PAGANI AUTOMOBILI A THE ICE 2023: NELLA RAFFINATA CORNICE DI ST. MORITZ PRESENTA IL PROGRAMMA PAGANI OFFICINA E PAGANI GRANDI COMPLICAZIONI

 

  • The ICE St. Moritz è il primo evento del 2023, anno che segna il 25mo anniversario dell’azienda  di San Cesario sul Panaro
  • Nella cornice raffinata delle Alpi svizzere, Pagani Officina presenta due hypercar iconiche: Zonda C12 Chassis 001 e Zonda F Coupé, uno dei 25 esemplari nel mondo
  • Presenza speciale di un modello unico nato da Pagani Grandi Complicazioni

 

 

 

San Cesario sul Panaro, 16 febbraio 2023, – Il primo evento del 2023 porta gli appassionati delle hypercar Pagani a St. Moritz, nel cuore dell’Engadina, dove il 24 e 25 febbraio si svolge THE ICE, il concorso di eleganza unico nel suo genere che vede le più belle auto del mondo pronte a mostrarsi a un pubblico di intenditori e ad affrontare la  superficie del lago ghiacciato.
Questa edizione segna per Pagani Automobili un momento importante: è infatti il primo di una lunga serie di eventi che caratterizzerà il 2023, anno del 25mo anniversario dell’azienda fondata nel 1998.

 

PAGANI OFFICINA
L’evento di St. Moritz è un’ottima vetrina per presentare a un pubblico selezionato di intenditori Pagani Officina, la serie di programmi speciali creati dall’azienda per far sì che ogni auto acquistata possa essere sempre al meglio del suo stato di conservazione ed efficienza e possa essere rinnovata e personalizzata, anche dopo anni dall’acquisto, secondo i gusti e i desideri del cliente. Comprende tre programmi specifici studiati per le diverse esigenze: Puro, Rinascimento, Unico. 
Puro è il programma di Certificazione di Autenticità ed Estensione di Garanzia, che conserva e salvaguarda l’essenza del veicolo attraverso l’intervento di tecnici altamente specializzati e certificati. Con oltre 400 controlli, assicura un’analisi approfondita della condizione e dell’autenticità dei componenti del veicolo e, a conclusione dei lavori, il cliente riceve il “Book Puro” realizzato nel Headquarter di Pagani: una sorta di diario dell’auto che ne documenta la storia, raccoglie le schede dei controlli effettuati e custodisce il certificato di autenticità firmato da Horacio Pagani. Un oggetto prezioso rilegato in pelle che accompagnerà l’auto lungo l’intero percorso di vita, autenticando e accrescendone il valore.

 

Pagani Rinascimento è il programma di restauro concepito per mantenere intatta nel tempo l’integrità delle auto Pagani e restituirne l’originale splendore. Grazie al lavoro manuale degli artigiani specializzati dell’Atelier Pagani che lavorano in un ambiente esclusivamente dedicato al programma, ogni singolo dettaglio viene trattato con estrema precisione recuperando i disegni e i materiali. Un lavoro completo che coinvolge le parti meccaniche, gli impianti, gli interni e tutte le parti usurate per recuperarne l’aspetto e la funzionalità di prima. Ad incarnare i programmi Puro e Rinascimento, la Zonda C12. E’ il 1999 quando Horacio Pagani presenta al Salone di Ginevra la sua prima creazione. L’estetica delle linee e la tecnologia dei materiali compositi avanzati impiegati nella realizzazione del telaio e della carrozzeria, l’applicazione di tecnologie di Formula 1 e il prestigioso motore V12 Mercedes-Benz plasmano una hypercar fuori dall’ordinario, dalle altissime qualità dinamiche e meccaniche, in cui ogni singolo componente è il risultato di un accurato studio estetico e funzionale. La cella abitacolo della vettura era già oggetto di 13 brevetti al momento della presentazione e l’utilizzo di materiali compositi in un progetto così innovativo ha reso Zonda una delle automobili più sicure al mondo.

 

Pagani Unico è stato ideato per i clienti Pagani che sognano di aggiornare e personalizzare al massimo livello la propria hypercar rendendola, appunto, “unica”, dalla meccanica alla carrozzeria, all’estetica. I clienti possono avvantaggiarsi della ricerca tecnologica e dell’innovazione continua al centro dell’attività di Pagani Automobili per richiedere modifiche che permettono all’azienda di esprimere la propria artigianalità e capacità di proporre soluzioni esclusive.

 

“Special guest” della manifestazione, pronta ad attirare l’attenzione di appassionati ed esperti, Huayra Codalunga. E’ stata realizzata nel reparto di Pagani Automobili dedicato ai progetti speciali, a quelle opere così tecnologicamente complicate da poter essere realizzate in soli pochi esemplari, esattamente come avviene nel mondo dell’alta orologeria. Un settore che ha ispirato il nome di questa nuova divisione: “Grandi Complicazioni”. Nasce qui la serie ultra limitata di sole cinque hypercar equipaggiate con soluzioni tecnologiche talmente uniche ed elaborate che solo pochi maestri artigiani possono portarle a compimento.

 

 

CONTATTI PER LA STAMPA
Pagani Automobili
press.office@pagani.com

IL NUOVO CALENDARIO 2023 - Con Pagani Utopia l’omaggio a un anno speciale, 25mo anniversario dell’azienda

  • Le foto inedite di Pagani Utopia realizzate al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano illustrano il nuovo Calendario Pagani 
  • Un omaggio alla nuova Hypercar lanciata lo scorso settembre e ai primi 25 anni dell’azienda
  • Insieme al calendario da muro, la brochure dedicata a Pagani Utopia con la rappresentazione dei disegni di Leonardo da Vinci
  • Il Calendario è in vendita online sul sito paganistore.com e nell’Atelier di San Cesario sul Panaro   

 

 

San Cesario sul Panaro, 1 dicembre 2022 – 2023, l’anno di Utopia, l’anno di una tappa ragguardevole: l’azienda fondata da Horacio Pagani nel 1998 si appresta infatti a celebrare il quarto di secolo. Una data importante che, come tale, va festeggiata con un calendario altrettanto esclusivo.

 

Protagoniste della traccia narrativa dei 12 mesi saranno sei immagini della nuova Pagani Utopia, immortalata nella suggestiva cornice della Sala del Cenacolo all’interno del Museo della Scienza e Tecnologia di Milano, luogo dove la nuova hypercar è stata presentata lo scorso settembre offrendo lo spunto per la mostra temporanea dal titolo “Le forme dell’aria. Da Leonardo a Pagani Utopia”.

Circondata da sei disegni originali di Leonardo da Vinci – eccezionale prestito della Veneranda Biblioteca Ambrosiana – Utopia rappresenta la sintesi di quel concetto vinciano di “arte e scienza” da sempre alla base delle creazioni di Horacio Pagani e che nella nuova hypercar trova la sua espressione. A rafforzare questo binomio e a dare ancora maggiore forza agli aspetti estetici dell’auto e della sua speciale ambientazione, sei immagini inedite che immortalano dettagli preziosi di Utopia pronti a riflettere il contesto artistico della sala in un gioco di riflessi, di “arte nell’arte”, in un confronto continuo tra le linee e le forme dell’auto con gli affreschi della sala e i tratti dei disegni leonardeschi.

 

Per questo anno speciale, il Calendario sarà venduto insieme alla brochure dedicata a Pagani Utopia che contiene la riproduzione delle sei opere di Leonardo stampate su una velina posta in trasparenza sulle foto per ricreare la spettacolarità dell’ambiente della Sala del Cenacolo dove i disegni abbracciavano la vettura. 

 

Il Calendario sarà presto in vendita esclusivamente online sul sito paganistore.com e presso l’Atelier di San Cesario sul Panaro.

 

Pagani Press Office

press.office@pagani.it

PAGANI AUTOMOBILI A CHANTILLY ARTS & ELEGANCE CON PAGANI OFFICINA, UNA SERIE DI PROGRAMMI E SERVIZI STUDIATI PER VALORIZZARE NEL TEMPO LA PROPRIA HYPERCAR

 

  • Il 24 e 25 settembre Pagani Officina si presenta a Chantilly 2022 con i tre programmi specifici per i clienti: Puro, Rinascimento, Unico 
  • Puro è il programma di certificazione che garantisce l’autenticità e fa crescere nel tempo il valore delle vetture Pagani 
  • Rinascimento è dedicato al restauro conservativo che preserva l’integrità delle auto e restituisce loro l’originale splendore come appena uscite dall’Atelier
  • Unico è nato per i clienti che non conoscono limiti nella personalizzazione della loro hypercar: dall’estetica alla meccanica
  • Per ognuno dei programmi sarà esposta una vettura iconica: Zonda Roadster F, Zonda S, Huayra Coupé 760 VR.

 

 

San Cesario sul Panaro, 22 settembre 2022 – Dopo due anni di assenza dovuta alla pandemia, il 24 e 25 settembre la Francia si prepara ad accogliere nuovamente gli appassionati delle quattro ruote e non solo alla manifestazione “Chantilly Arts & Elegance Richard Mille”, un concorso d’eleganza ma anche un museo temporaneo con le più belle auto del mondo, d’epoca e contemporanee.

Pagani Automobili ha scelto questo evento internazionale e di altissimo livello per presentare al pubblico Pagani Officina, la divisione speciale creata all’interno dell’azienda per far sì che ogni auto acquistata possa essere sempre al meglio del suo stato di conservazione ed efficienza e possa essere rinnovata e personalizzata, anche dopo anni dall’acquisto, secondo i gusti e i desideri del cliente.

Pagani Officina comprende tre programmi specifici studiati per le diverse esigenze: Puro, Rinascimento, Unico.

 

Pagani Puro  

“Puro” è un termine che indica integrità, autenticità, perfezione. Una parola che esprime l’essenza delle automobili Pagani. Per questo è stato scelto come nome per il programma di Certificazione di Autenticità ed Estensione di Garanzia, che conserva e salvaguarda l’essenza del veicolo attraverso l’intervento di tecnici altamente specializzati e certificati. La Certificazione, con oltre 400 controlli, assicura un’analisi approfondita della condizione e dell’autenticità dei componenti del veicolo; l’Estensione di Garanzia offre la massima protezione per salvaguardare il valore dell’auto così come costanti attività di manutenzione ordinaria che assicurano al cliente il lusso di poter continuare a guidare un veicolo perfetto.

Il servizio si applica ad ogni auto Pagani, qualunque sia il modello e l’anno di immatricolazione; 

il servizio è disponibile nella sede italiana, a San Cesario Sul Panaro, e nei centri specializzati presso i dealer, dove operano solo tecnici Pagani certificati dalla casa automobilistica: un team di professionisti di elevata esperienza e abilità che lavorano in stretto contatto con il responsabile del Programma Puro con il quale condividono le operazioni e i dati. A conclusione dei lavori, il cliente riceve il “Book Puro” realizzato nell’Headquarter di Pagani: una sorta di diario dell’auto che ne documenta la storia, raccoglie le schede dei controlli effettuati e custodisce il certificato di autenticità firmato da Horacio Pagani. Un oggetto prezioso rilegato in pelle che accompagnerà l’auto lungo l’intero percorso di vita, autenticando ed accrescendone il valore.

Sintesi del programma Puro, la Zonda Roadster F, la “clubsport” per eccellenza, erede del patrimonio genetico della versione coupé, sarà presente a Chantilly.

 

Pagani Rinascimento

Pagani Rinascimento è il programma di restauro concepito per mantenere intatta nel tempo l’integrità delle auto Pagani e restituirne l’originale splendore. Grazie al lavoro manuale degli artigiani specializzati dell’Atelier Pagani che lavorano in un ambiente esclusivamente dedicato al programma, ogni singolo dettaglio viene trattato con estrema precisione recuperando i disegni e i materiali. Un lavoro completo che coinvolge le parti meccaniche, la carrozzeria, gli interni e tutte le parti usurate per recuperarne l’aspetto e la funzionalità di prima. Nessun bullone o componente di minuteria viene tralasciato durante l’attività di restauro: ogni elemento viene trattato per restituire quel perfetto mix fra arte e tecnologia, per ridestare l’emozione e l’esperienza unica della bellezza, in un abito creato su misura.

A rappresentare il valore di Pagani Rinascimento meglio di tante parole, a Chantilly sarà esposta la Zonda S, caratterizzata da un design esterno aggressivo e imponente e da un comfort inaspettato al suo interno. 

 

 

Pagani Unico 

Pagani Automobili è rinomata nel settore automobilistico per avere una delle esperienze di personalizzazione più coinvolgenti da offrire ai propri clienti, con innumerevoli possibilità di personalizzare un prodotto.

Con il programma Unico, creato qualche anno fa, Pagani Automobili ha voluto offrire la stessa esperienza ai clienti dei modelli Huayra e Zonda già in loro possesso. Questo programma consente la completa personalizzazione di una vettura esistente, creando qualcosa di unico e molto personale per il nuovo proprietario.

Oltre a customizzare l’auto assecondando i desideri del cliente, Unico contribuisce ad incrementare il valore delle Hypercar nel tempo perché, grazie agli interventi di aggiornamento e personalizzazione, le vetture raggiungono una quotazione simile a quella dei modelli unici.

Analogamente al programma Rinascimento, un team dedicato analizza e ispeziona ogni singolo componente, aggiornandolo con la nuova configurazione definita dal cliente e dal team di progettazione Pagani. Mentre il programma Rinascimento mira a mantenere il veicolo il più possibile fedele alle specifiche originali, il programma Unico consente di aggiornarne le caratteristiche estetiche e tecniche.

Il processo di ricostruzione segue i rigorosi standard di qualità di Pagani Automobili, garantendo la reversibilità dell’aggiornamento per un potenziale futuro ripristino delle specifiche originali.

 

A dimostrazione di questo programma, sarà esposta la Huayra Coupé 760 VR.

 

“Le nostre auto sono come abiti realizzati su misura cuciti attorno ai desideri dei nostri clienti – commenta Horacio Pagani – per questo non ci limitiamo a costruire hypercars, ma dedichiamo la nostra conoscenza e le nostre persone anche alla sua cura e alla sua valorizzazione nel tempo. Proprio con questi obiettivi abbiamo dati vita a Pagani Officina, per offrire ai nostri clienti il piacere e l’emozione di avere sempre la propria auto esattamente come il giorno in cui è uscita dall’Atelier e per concedergli la libertà di poterla adattare nel tempo per renderla sempre più in sintonia con se stessi. Proprio come un abito”.   

 

Pagani Automobili

press.office@pagani.it


Scarica le immagini in alta definizione a questo link:

https://www.dropbox.com/sh/7bthqe6sz7562x8/AAA5GXvs5XI4lJbU62sYNENDa?dl=0