Scroll down Scroll Down

12/12/2017

Pagani Automobili inaugura il nuovo Atelier di produzione e il Museo Horacio Pagani

San Cesario Sul Panaro,...  Read more

30/11/2017

Inaugurazione Museo

San Cesario Sul Panaro, 15 Novembre 2017 – Pagani Automobili è lieta ...  Read more

30/11/2017

Pagani Rinascimento

Introduzione

Pagani Rinascimento è un programma di restauro dei primi mo...  Read more

Scroll down Scroll Down

Pagani Automobili inaugura il nuovo Atelier di produzione e il Museo Horacio Pagani

San Cesario Sul Panaro, 13 Dicembre 2017 – Pagani Automobili inaugura il nuovo Atelier di produzione e il Museo Horacio Pagani, che ripercorre le tappe del percorso del designer argentino attraverso una collezione delle sue creazioni più leggendarie ed esclusive. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza del fondatore di Pagani Automobili, Horacio Pagani, delle autorità locali, di fornitori e partners.

ottani_xt21411

Un tributo alla passione, al sogno e alla determinazione, una costante ispirazione, un omaggio all’arte automobilistica, questa vuole essere l’esperienza della visita al Museo Horacio Pagani e all’Atelier.

Insieme ai primissimi esemplari di Zonda, datati 1998, troviamo le iconiche Zonda Cinque, Zonda R e Huayra, modelli unici esposti per la prima volta insieme in una collezione esclusiva, mai vista prima, accessibile ai visitatori di tutto il mondo.

La visita vuole essere innanzitutto un viaggio lungo i momenti fondamentali che segnano il percorso di Horacio, dagli anni in Argentina fino a oggi, per esplorare fino in fondo i presupposti che portano un giovane ragazzo a credere fermamente nei propri ideali e a perseguirli con passione e dedizione, fino al superamento dei confini e alla realizzazione del suo sogno più grande: “venire a Modena per disegnare e costruire le mie auto”.

Un’esperienza unica che parte dal Museo e termina all’interno dell’Atelier di produzione, dove è evidente la continuità che lega i primi progetti in legno di balsa, curiosamente già oggetto della importante ricerca sulla leggerezza, fino agli ultimi studi sulla fibra di carbonio e sui materiali compositi di oggi, che perseguono unitamente lo stesso obiettivo. Dai primi progetti fino alla Zonda, tutto nel museo testimonia la grande visione pionieristica del giovane designer che vede arte e scienza camminare insieme mano nella mano. Una filosofia ispirata a un concetto di Leonardo Da Vinci che oggi rappresenta l’anima della bottega artigiana che è Pagani Automobili, dove è tangibile la quotidiana abilità nella lavorazione manuale di questi materiali.

Realizzato con i materiali tipici italiani, quali il marmo di Carrara e il mattone anticato su replica del tipico mattone modenese, ogni dettaglio architettonico e stilistico dello stabilimento è stato disegnato da Horacio Pagani ed il suo team, dove il concetto, tipicamente rinascimentale, richiama il connubio perfetto di arte e scienza, tradizione ed innovazione. Partendo dai primi schizzi e bozzetti di Horacio, l’intero progetto architettonico è stato poi sviluppato e seguito da Leonardo Pagani.

Alle spalle del Museo sorge l’Atelier di produzione, creato con gli stessi materiali ed elementi architettonici, e volto ad ospitare la produzione limitata di hypercar. Dal reparto materiali compositi al laboratorio di finitura della carrozzeria, fino alle nicchie che custodiscono le versioni speciali e al controllo qualità, ogni elemento architettonico è stato concepito unendo l’aspetto estetico ad una precisa funzione strutturale.

Il riferimento alla tradizione convive armoniosamente con le tecnologie più avanzate dell’industria automotive: le vetture Pagani prendono vita, infatti, in una tipica piazza italiana, attorniate da archi rinascimentali, lampioni, isole di vegetazione, pavimenti in sanpietrini. Un orologio apposto sulla torre che si erge nella piazza scandisce le ore al rintocco di una campana: Ecat, l’azienda che ne ha curato la costruzione, fabbrica orologi e campane dal 1404. Il mattone avvolge ogni ambiente dello stabilimento ed è realizzato con una speciale tecnologia appositamente per Pagani. Ai materiali più caldi come il legno e i mattoni, sono affiancati materiali dal sapore diverso come il ferro, l’acciaio e il vetro.

L’orientamento verso l’eccellenza tecnologica e l’innovazione e l’ottica sempre più improntata verso il tema della salvaguardia ambientale, trovano nel Museo e Atelier la loro espressione più piena. L’intero edificio è realizzato con materiali e tecnologie di ultima generazione, in pieno adeguamento ai più recenti standard di efficienza energetica. Con la missione di valorizzare il proprio territorio e di ridurre l’impatto ambientale sono stati creati un sistema fotovoltaico, un impianto di depurazione delle acque, l’impianto di illuminazione full led e un sistema di energy management che consente di monitorare i consumi, utilizzando soltanto fonti rinnovabili. Di nuovo, alla ricerca formale ed estetica, alla cura di ogni dettaglio, corrisponde la ricerca tecnologica e funzionale.

Horacio Pagani, Chief Designer Pagani Automobili –  “I sogni e la passione sono l’energia dei nostri giorni. Fin da quando ero bambino, in Argentina, ho sognato di venire in Italia, a Modena dove nascono le macchine più belle al mondo. Il sogno mi ha permesso di vedere i tanti ostacoli come sfide da superare, con determinazione e fatica, e come opportunità di crescita e arricchimento.”

 

Il Museo Horacio Pagani è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 17:00. Visitabile liberamente o con prenotazione insieme al tour della fabbrica.

Per prenotare la visita in fabbrica è sufficiente collegarsi alla pagina https://www.pagani.com/factory-tours/  oppure inviare una email a paganitour@modenatur.it

 

Pagani Automobili vi invita alla giornata di Open Day il 16 Dicembre 2017 per visitare gratuitamente il Museo Horacio Pagani!

ottani_xp27833

Inaugurazione Museo

San Cesario Sul Panaro, 15 Novembre 2017 – Pagani Automobili è lieta di annunciare l’apertura al pubblico del nuovo Museo Horacio Pagani e del nuovo atelier di produzione. L’inaugurazione avrà luogo Il 16 Dicembre 2017 alla presenza del fondatore Horacio Pagani, presso lo stabilimento di Via Dell’Industria 26 a San Cesario Sul Panaro.

 

Un altro importante momento si aggiunge alla storia dell’azienda fondata da Horacio Pagani: l’inaugurazione di una collezione esclusiva delle edizioni limitate che hanno fatto la storia del marchio, dai primi bozzetti agli ultimi modelli di Zonda e Huayra. Un viaggio attraverso la storia, che riporta alla luce progetti inediti, mai realizzati, ma testimoni di una visione pionieristica del giovane designer, insieme ad altri esclusivi disegni di tangibile importanza.

 

Nella giornata di sabato 16 Dicembre il Museo Horacio Pagani sarà visitabile gratuitamente dalle ore 10:00 alle ore 18:00.

Pagani Rinascimento

Introduzione

Pagani Rinascimento è un programma di restauro dei primi modelli di vetture Pagani, con lo scopo di preservarne l’integrità e di restituirne l’originale splendore dell’uscita di fabbrica.

Rinasce il sogno che ha guidato la prima creazione. Il meticoloso lavoro manuale degli artigiani specializzati dell’atelier modenese consente di recuperare l’anima profonda della vettura: con estrema attenzione ad ogni singolo dettaglio, si riparte dalla forma originale, recuperando i materiali, i disegni e le pelli. Come per una scultura. Nessun bullone o elemento di minuteria viene tralasciato durante l’attività di restauro: ogni componente viene osservato, esaminato e restaurato al fine di restituire la perfetta ed originale miscela di arte e tecnologia. Con la missione di preservare la storia, Pagani Rinascimento ridesta l’emozione e l’esperienza unica della bellezza, in un abito creato su misura.

Attraverso il programma Rinascimento, Pagani Automobili offre un servizio esclusivo ai propri clienti che desiderano riportare allo splendore originale le proprie vetture. Un restauro conservativo, volto a riportare nelle condizioni originali tutte le parti deteriorate della vettura. Un meticoloso lavoro artigiano, fatto a mano, viene svolto sulle parti meccaniche, sugli impianti, sugli interni dell’auto e su tutte le parti usurate al fine di recuperarne l’aspetto e la funzionalità originali.

 

Pagani Zonda – una storia fatta di emozioni.

Pagani Zonda è la vettura più celebrata degli ultimi 20 anni, avendo vinto, in tutte le numerose versioni, molto premi di Car of the Year e stabilendo innumerevoli record di velocità nei vari circuiti del mondo. Un modo di intendere la supercar radicalmente nuovo, dove le emozioni e la cura del dettaglio vanno di pari passo con la ricerca tecnologica e l’evoluzione dei materiali compositi. Dall’inizio dell’avventura di Pagani Automobili, nel 1999, sono stati costruiti 136 esemplari, ognuno dei quali con un’anima specifica, creato come un abito su misura. Pagani Rinascimento si pone l’obiettivo di preservare e restaurare tutte quelle vetture che hanno vissuto nei luoghi più diversi del mondo, dove il clima e condizioni atmosferiche ne hanno deteriorato alcune parti, oppure quelle che sono state sfruttate o guidate per molti chilometri. Molti clienti Zonda infatti, hanno assaporato la gioia di Zonda quasi tutti i giorni, portando il chilometraggio delle loro vetture a superare anche i 100.000 km.

 

Processo e certificazione

Pagani rinascimento è un viaggio attraverso la storia, attraverso i processi che hanno reso la Zonda un‘icona sia del mondo Automobilistico che di quello del Design.

Un team di tecnici altamente specializzato si occupa di un progetto alla volta, documentando ogni singolo processo e firmando ogni attività svolta; tutte le informazioni comprensive di immagini, disegni e schede tecniche delle lavorazioni eseguite sulla vettura vengono raccolte in un Librone dedicato Pagani Rinascimento che si abbina a quello già esistente, custode della storia e delle fasi di costruzione. Questo permette di poter certificare la vettura che, tramite questo processo, può fregiarsi del titolo di automobile ufficialmente restaurata da Pagani Automobili.

 

Preservare l’Autenticità

Una delle attività più importanti per preservare l’autenticità delle vetture, consiste nel ripristino dei ricambi originali e delle parti in carbonio, usando gli stessi stampi conservati, le stesse metodologie e gli stessi materiali, seguendo fedelmente i processi descritti nei libri di costruzione originali di quella vettura specifica.

Un ambiente dedicato è stato ricavato all’interno del nuovo stabilimento di san Cesario Sul Panaro: una bottega dove un progetto di restauro di una vettura Pagani può essere concertato insieme ai nostri artigiani e ai nostri clienti. Un viaggio unico nella ricostruzione, che affascina il cliente e dove tutte le fasi sono dettagliatamente documentate e condivise.

 

“Riportare alla luce lo splendore originario di questi capolavori è un piacere oltre che una grande responsabilità. I nostri clienti si affidano a noi perché siamo gli unici al mondo in grado di ricostruire e restaurare le automobili Pagani come quando uscirono dal nostro Atelier. Vogliamo dare ai nostri clienti la possibilità di emozionarsi come la prima volta.”Horacio Pagani